Il Sistema si difende!

Come stavo dicendo appunto ieri sera, durante l’incontro di Milano, trovo veramente singolare come stiano cercando in tutti i modi di fermare Beppe Grillo, non solo lo lavorano cercando di farlo fuori spostando la data delle elezioni, ma ovunque ci sia un qualche dibattito politico o programma o altro quando se ne parla non si affronta nel merito, cioè quali sono i programmi del M5S e Grillo, ma ne parlano come se fosse solo una follia di Grillo e ne parlano soprattutto in modo personale, l’attacco cioè non è sui contenuti, ma è del tutto personale. Cercano unicamente di screditarlo come immagine, non in termini di merito su cosa vorrebbe fare, ma solo sul piano personale – anti-politica, un comico, ridicolo, qualunquista, urla, inveisce, dice parolacce, etc… questo probabilmente anche perché se si parlasse del merito ci si potrebbe scoprire d’accordo con la visione che propone, e questa cosa è talmente vera che lo stesso Silvio nazionale aspetta di leggere cosa dice Grillo per poi ripeterlo. Vedasi recenti boutade sullo Spread o le dichiarazioni contro l’Europa poi immediatamente ritrattate. 
E’ interessante osservare che questa è una dinamica che si trova un pò ovunque. Non appena qualcosa mette in discussione lo “status quo”, tutti coloro che sono assuefatti al sistema iniziano a battersi per difenderlo, e invece di discutere o provare a confutare l’idea che viene portata avanti, si passa sul “personale” di modo che l’idea si perde, e l’idea era invece la cosa più importante. Perchè sono le idee che rivoluzionano lo stato delle cose. Idee meravigliose in mano a uomini e donne con tanto Spirito Combattivo. Grillo anche se per qualcuno sono discutibili le ragioni parla di cose che – “non si devono dire!” – in una democrazia.
E’ stato fatto in Italia un colpo di Stato progressivo con i fiocchi. Un passo alla volta, per abituare i cittadini alla trasformazione. Penso alle ultime novità di Berlusconi che si ricandida, ma non si candiderebbe se si candidasse Monti, penso al sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, che fa il “movimento arancione” (lo sanno tutti ormai che l’arancio è un colore paraculo per attirare l’attenzione e la partecipazione, lo usa anche la wind, ed in Francia c’è persino un fornitore di telefonia che si chiama Orange) imitando Grillo nell’idea del movimento e L’Ucraina di Juščenko col colore. Persino Osho usò l’arancione. L’arancione è il contenuto emotivo, è il desiderio. Sono lontani i tempi in cui il Budda indossava abiti arancioni per simboleggiare la sua rinuncia ad una vita di piaceri.Vi ricordate quando dicevo – “ma chi cazzo è Monti?”. E non mi rispondete stronzate sui “bilderberg”, che è un altro modo per spostare l’attenzione sulla questione vera. Sapete perché fanno le primarie? Perché c’è un calo nella partecipazione e quindi stanno cercando di ricevere una delega in bianco a fare quello che – “l’EUROPA ci chiede”. Una volta c’erano le sezioni dei partiti, adesso non ci sono più perché la gente ha i fatti suoi da guardare e non li sopporta più. Grillo ha riportato la partecipazione dove non c’era più, ecco perché lo temono e lo devono screditare. Persino Crozza prende per il culo i candidati del M5S. 
E’ il sistema che lo fa, è il sistema che glielo fa fare, si difendono, hanno paura di cambiare, hanno paura di perdere quello che hanno … cioè, niente. E’ che non lo sanno, credono che sia realmente qualcosa. Sappiate che questo non solo non è l’unico modello di sviluppo possibile, ma è anche il peggiore ed un mondo diverso è possibile, ma deve iniziare dalla “coscienza”, deve iniziare da quelli che possono, e non mi riferisco a quelli che possono organizzandosi nel mondo, ma quelli che possono e cioè quelli che hanno la “coscienza” di capire, vedere e cambiare dentro. Dobbiamo capire che è proprio come nella pellicola, in “matrix” agenti lo sono tutti e non lo è nessuno, tutto dipende da quali tasti o credenze vai a toccare. E’ un azione che vedo accadere continuamente e il tentativo è sempre lo stesso, mettere la discussione sul piano personale per snaturare il messaggio originale, che era ed è la cosa più importante. Ecco perché diventa importante ricordarsi di cosa si stava parlando in termini pratici, quello è il messaggio più UTILE. E questo vale sia nella politica come in tutto il resto.

Mantenere vivo un dialogo coscienziale, è come mantenere una presenza in “matrix”, la coscienza è uno strumento praticabile solo per chi lo capisce, il resto si limita a quella cantilena lamentosa alla quale ci siamo abituati nel talk o nei Tg. Siamo impotenti contro le armi, siamo impotenti contro l’oppressione, siamo impotenti contro le decisioni che vengono prese ad altri livelli, ma siamo padroni e potenti nel piano della nostra “coscienza”, nel livello dove esiste il vero libero arbitrio, non nella scelta dei pantaloni e delle scarpe, ma nelle scelte che contano. 

Come ho detto recentemente, è il momento di ritirarsi in altri luoghi per preparare la controffensiva, ed è dei luoghi della coscienza ai quali mi riferivo, a voi sembrerà forse poca cosa, ma un uomo o una donna capace di entrare in quello stato interiore di assenza di mente e rendersi conto di quello che sta realmente accadendo e dice no a tutto questo, sta già operando una grande trasformazione, un grande cambiamento, perché sta operando dall’autentica stanza dei bottoni. Ecco perchè siete stati privati della luce e della forza. La luce è coscienza, la forza è lo Spirito combattivo, è credere che un mondo diverso, un esistenza diversa, è possibile, anzi così è già. Non dobbiamo firmare deleghe in bianco a nessuno di quelli che ci hanno tradotto in queste condizioni di vita, e la politica che ognuno di noi ha conosciuto negli anni che sta vivendo è parte integrante di questa azione delle forze dell’arrogante che è da secoli che tiene l’umanità in schiavitù. E’ una guerra ed è tanto tempo che dura, ed è una guerra che si gioca su altri piani, qui vediamo solo gli effetti collaterali di questo combattimento dove l’arrogante ed i suoi Arconti stanno cercando di togliere tutta la Luce e la Forza alla nostra “essenza”, Pistis Sofia; perchè se ella inneggia alla luce ed al mistero del tredicesimo eone, che è dentro e non là fuori, è una dimensione interiore, come lo sono i ventiquattro misteri e molto altro descritto nel CODICE DI ASKEW, questi sono spacciati, terrorizzati fuggono; quando il Cristo, che è la luce ritrovata della tua “coscienza”, nasce nella stalla e si riveste del suo abito luminoso, simbolicamente un meraviglioso corpo metallico dorato, come la luce del sole, gli arconti fuggono alla sua vista. 
Si tratta dei corpi o materia dei quali ogni anima si riveste nella progressiva ascesa nella manifestazione in questa sfera di universo che prendono a vivere e pulsare per effetto dell’azione di risveglio attuata della qualità profonda che ha l’anima stessa e che a questo livello di ordine di mondo noi chiamiamo “coscienza”, è come nell’ultima scena di “the matrix, revolutions” quando Neo scioglie le emanazioni dell’arrogante, che è un entità generata dall’uomo stesso per ignoranza e per la brama di potere di alcuni, e che come risultate e conseguenza ha prodotto le condizioni di vita stabilite e che possiamo osservare su questo piano e che abbiamo preso per uniche condizioni possibili. Il programma Smith è andato fuori controllo proprio come i tempi moderni dimostrano. I nostri governanti sono l’effetto collaterale e non compensato di talune forze avverse all’uomo, a ragione della sua parentela col creatore, che tentano da un certo punto in poi della storia di questa umanità di tenere tutti gli esseri umani assoggettati come schiavi al fine di tradurli tutti in pile, in fonte di cibo, di cibo emozionale. E’ in quello che voi chiamate astrale che avviene il vero ed autentico “parassitaggio”, ecco perché ti devi svegliare e dire “no”, se dico “no” alle cose del mondo inizi a dire di “no” anche nel piano dove l’arrogante opprime la tua coscienza.
Al di là delle metafore, possiamo comprendere che questa guerra non solo è reale ed interiore, ma che è adesso in atto e coloro che si astengono dal combattere in se stessi i pensieri ed i desideri che li privano della luce sono inevitabilmente strumenti del sistema stesso, sono agenti e sono strumentali al suo scopo, sono diventati come uno spirito di opposizione che si trova in un corpo materiale ed essendo sprovvisto di forza luminosa si comporta come un animale intellettuale senza controllo bramoso di attenzioni e quant’altro. Le emanazioni dell’arrogante hanno oppresso l’uomo duramente e la risposta che si aspettano è spontaneamente diretta nel mondo, ecco perché non possiamo permetterci di regalargli la rivoluzione sociale che vogliono, dobbiamo stroncarli nei luoghi, che a te dicono che non esistono, ma nei quali essi stessi operano con l’appoggio di forze che sono qui da sempre, cercando di agganciarci emotivamente per tenerti sotto “sedazione” (termine che proviene dall’espressione: “tenere sedato”). 
Silenzio assenso, è questo che fino adesso ha permesso che si generassero e producessero queste condizioni, un silenzio che non è avvenuto nelle piazze, ma a livello della coscienza, siamo andati a protestare e la protesta è diventata la ragione per non guardare più dentro, per perdere quella luce e quella forza che ci sarebbe dovuta servire per realizzare altro, ci siamo “lamentati” invece di “svegliarci”, ci siamo voltati dall’altra parte mentre nel tempo sono stati eretti i muri dei nostri recinti delle nostre carceri, ed adesso, osservando le condizioni di vita nelle quali ci troviamo, veniamo pervasi solo da un grande senso di impotenza, come l’elefante affranto rinunciamo a tirare la corda nel tentativo di vedere se il paletto che lo blocca si stacca da terra, ma questo è falso, solo coloro che sono capaci di dire un “no” autentico, che è il vero esercizio del libero arbitrio, possono adesso fare qualcosa se non per tutti quanti, almeno per se stessi. Allora vedrete che saranno costretti a cambiare tipo di azione e avremo rispedito le macchine al mittente (la frase si riferisce stranamente e tanto per cambiare alla trilogia dei Wachowsky e all’attacco che le macchine fanno a Zion. Un giorno sarà un pò più chiara la ragione per cui faccio sempre tutti questi riferimenti alle pellicole cinematografiche). Non dobbiamo permettere che facciano altro e l’unico posto che esiste e che conosciamo, e dal quale si può realmente cambiare le cose, perché è il luogo dell’autentico potere, è il luogo interiore della “coscienza”, è lì che possiamo dire “no”. 
Se vedi, se ti rendi conto, hai già cambiato, ma non devi lamentarti, devi solo vedere, devi accorgerti; è questo che gli rovina i piani, ecco perché devono smontare le idee, ecco perché certe idee non devono circolare, ecco perché devono attaccarti personalmente, ecco perché Grillo deve essere distrutto nell’immagine. Concludo dicendo che – checché ne dicano i miei amici “complottisti” che vedono Bildenberg e massoneria ovunque, – Grillo in questo momento non solo ci sta facendo prendere tempo perché li sta rallentando sulla tabella di marcia (a quest’ora l’Europa dello “Spread” era già in tenuta da sommossa), ma, visto l’accanimento sul nulla e non nel “merito” delle cose che dice (rischierebbero troppo che si capisca il gioco), mi sa che gli sta facendo tremare qualcos’altro che non è solo le chiappe. 
Lasciate perdere le spiegazioni, e passate all’azione. Chi può che operi, e chi può è chi ha la coscienza o luce e soprattutto la forza per farlo, … chi non ce l’ha o non può che si produca o prodighi nel recuperarla. 
Morpheus: “Riposati. Recupera le forze di serviranno.”.
Neo: “per cosa?”
Morphes: “Per l’addestramento!”
Annunci

2 pensieri su “Il Sistema si difende!

  1. Il tempo regalato da Grillo è estremamente prezioso, tuttavia il sistema non manca di calcolare la variabile della sua vincita.

    Un Grillo vincente avvicina la politica (con intenti positivi) sempre più ad internet ma, tuttavia, espone l'elettore a canoni di sorveglianza “cittadinanza web” più stretti.

    Vista l'evidente brama di censore del web del sistema, è facile ipotizzare che facendo uscire il Movimento 5 Stelle di scena- in un secondo momento-, auspichi di raccogliere i risultati web raggiunti da grillo mettendo ancor più vincoli e filtraggi al web.

    Seppure su larga scala il web è già del sistema esso non manca di riservare sorprese interessanti che sfuggono al suo controllo come,ad esempio, il tesoro che si ha in questo sito.

    Mi piace

  2. la televisione attacca grillo?
    fate come me!!! da 5 anni sono senza televisore, quindi il sistema nei miei confronti è sanza potere!!!!Santoro Giuseppe

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...