Gli Elementali | Introduzione al prossimo seminario

L’Elementale come idea è concepita per descrivere l’idea di intelligenza associata alle forme viventi dei regni diversi da quello umano. Tutta la vita o come la chiamiamo noi, tutta la Natura, ha una sua sensatezza fondamentale, tutto è in assoluto sempre ed inesorabilmente biologicamente sensato. Il modo con cui tutti si organizza intorno alla vita ha una sua geometria ed armonia, descritta dalle forme dette successivamente sacre. [3,236 Words]

Sorgente: Gli Elementali | Introduzione al seminario: L’uomo medicina | Elementi di teurgia – il lavoro con gli elementali.


Copyright © 2002-2016 Rocco BRUNO, tutti i diritti riservati | 
I libri: usciredamatrix.com, Info varie ed attività: associazionezion.org, 
Calendario degli incontri!
Sostieni il progetto Zion facendo una donazione: qui!
Annunci

Progetto Zion | Un primo passo! La prima Pietra dell’Ateneo |

Progetto Zion | Un primo passo! La prima Pietra dell’Ateneo |

In data 19 luglio 2016 ore 11,30 a.m. è stato fatto il primo passo importante nella direzione e per l’acquisizione della proprietà individuata già l’estate scorsa e dove iniziare a realizzare la struttura polifunzionale, a contatto con la natura e lontano dalle città. Un nuovo e moderno “Ateneo“, un “monastero“, nel suo senso più ampio, adattato ai tempi attuali. Un luogo dove entrare in contatto con la propria individualità, attraverso il raccoglimento e il lavoro su se stessi.

Si tratta di un primo passo, con il fermo intento nel tempo ed in seguito di farne di nuovi. Un primo passo, concreto, che se da una parte avvicina la realizzazione del progetto dall’altra lo allontana, questo perché chiama tutti ad uno sforzo ulteriore nella direzione del perfezionamento di se stessi. Inutile dire che c’è ancora molto da fare e per certi versi iniziamo soltanto adesso a muovere i primi passi, almeno come comunità o tribù.

Senza il lavoro singolare di ogni partecipante agli incontri difficilmente possiamo veramente di camminare e considerarci un gruppo o cerchio come quello descritto in tutti questi anni di istruzione ed educazione che ho svolto. Il modello sociale denominato “Progetto Zion“, nato per dimostrare che un modo diverso di vivere esiste parte proprio dalla trasformazione della proprie pretese. Lasciate da parte le polemiche o recriminazioni, le regole sono definite, voi potete credervi usciti da qualsiasi genere di “matrix” vogliate, ma solo misurandosi con il lavoro che propongo da anni è possibile trovare spazio e posto nell’associazione.

Non c’è sostenibilità se non si diventa noi stessi per primi sostenibili (emotivamente, intellettualmente e fisicamente), ovvero meno sgradevoli di quanto normalmente si è.

Come ho detto svariate volte: “serve un lavoro di scuola e serve applicare un metodo e strumenti“. Chi partecipa agli incontri sta di fatto partecipando ad un lavoro di scuola, sta operando su se stesso un cambiamento o almeno così ci si auspica. Partecipare attivamente al progetto Zion significa partecipare attivamente agli incontri. Solo durante gli incontri si può iniziare a capire questo progetto, perché per capirlo, per poterlo capire devi cambiare testa.

Oltre alla frequentazione dei miei incontri che si tengono tutti gli anni il mercoledì a S. Donato Milanese e quando sono in giro per le città di Italia è possibile, a livello locale, provare a contattare i vari gruppi alla seguente pagina: Contattaci. E’ fondamentale ed importante portare avanti un lavoro personale. Per quest’anno scolastico 2016-17 sono previste alcune novità: attività sia in termini di seminari di un fine settimana, che attività più impegnative compresi anche i viaggi didattici quali “Catarsi nei Catari” o “il passo della Dea” in fase di preparazione.

Parte di questo programma verrà pubblicare sulla pagina del Calendario Incontri e Seminari (clicca qui), sui soliti canali social e derivanti pagine, e per newletters a chi si iscrive ad Associazione Zion News (cliccando qui o dal sito) o anche a Sentieri Esoterici E Pellegrinaggi! Il resto dell’offerta formativa o Portfolio Attività resta consultabile nella sezione Formazione | Incontri e Seminari.

Gli incontri e l’educazione restano pertanto inevitabilmente il pilastro del Progetto Zion e restano le porte d’accesso a questo progetto. In queste ore in molto mi avete contattato chiedendomi appunto di questo, chiedendomi dov’è il posto, come fare per arrivarci e molto altro, evidenziando una singolare interpretazione del progetto. Zion è una conseguenza di un lavoro che ha inizio in se stessi, e come conseguenza mette in contatto tra loro le persone che operano e lavorano all’interno del progetto stesso.

Chi vuole provare a fare un lavoro di scuola, chi vuole studiare e provare ad evolvere da una condizione che sente reale di schiavitù mentale ed emotiva ha solo un modo e cioè partecipare alle attività che propongo di lezioni frontali ed al programma didattico il cui Calendario Attività viene aggiornato di volta in volta, come già esposto, a questo link – Calendario Incontri e Seminari (clicca qui). Unitamente alle lezioni ed incontri, i seminari ed i viaggi didattici vengono organizzati anche eventi pubblici atti a presentare i risultati delle ricerche sia in ambito di autonomia e sostenibilità che in ambito culturale ed antropologico denominato To Zion Contest! Recentemente abbiamo realizzato proprio in quest’ambito il tozioncontest 2.0 -> Il calice e la Spada e di cui presto produrremo il resoconto e il documento visivo.

Inutile ribadirlo, ma a volte serve: al momento servono investimenti e serve un nuovo impegno da parte di chi ci ha sostenuto sino ad ora, da parte di chi non lo aveva ancora fatto e da parte di nuovi soggetti che vedono in questo progetto la soluzione di un incredibile abbrutimento dell’uomo. Attraverso quello raccolto sino qui, e per il quale ringrazio ancora tutti coloro che hanno partecipato e contribuito, ci avete permesso di arrivare a questa passo così importante dell’acquisizione di un terreno ed annesse strutture.

Attualmente il luogo, però, necessita di essere riconverti nell’Ateneo descritto. Servono alcune ristrutturazioni, riadattamenti e serve realizzare varie costruzioni. Non mi sto riferendo ad una semplice tinteggiata o stuccatura, ma al fatto che di fatto serve tutto, non ci sono nemmeno i sanitari, che sono stati rimossi, serve dell’arredamento, servono lavori in muratura, serve fare gli impianti, serve materiale edile, serve progettazione, e molto, molto altro che ancora va inquadrato. Le strutture sono abbastanza al crudo, giusto i tetti sono ben messi, ma per quanto concerne l’idea di Ateneo/monastero è veramente ancora tutto da fare.

Qui c’è il crowdfunding su buonacausa.org su cui fare una eventuale donazione: Progetto Zion – dona adesso!!! Solo attraverso questa forma di dono possiamo imparare a capire cosa significa partecipare ad una causa più grande senza dover trovare a tutti costi un tornaconto personale. Lo scopo della donazione non deve essere sperare di avere un posto all’interno di Zion, che di per se non esiste, se non come stimolo al cambiamento di paradigma e culturale, ma affinché la sua realizzazione sia possibile ed ultimata!

Grazie ancora per averci creduto e per il sostegno dato fin qua, ci si prende in onda,

Rocco BRUNO


Copyright © 2002-2016 Rocco BRUNO, tutti i diritti riservati | 
I libri: usciredamatrix.com, Info varie ed attività: associazionezion.org, 
Calendario degli incontri!
Sostieni il progetto Zion facendo una donazione: qui!

Tratti di un particolare psichismo | Lettera aperta ai fanatici di tutto il mondo!

Tratti di un particolare psichismo | Lettera aperta ai fanatici di tutto il mondo!

Solo una persona dipendente ed assuefatta al sistema, completamente plagiata dai media e dalla politica può credere che tutto questo che si vede e ci fanno vedere sia terrorismo, … e meno che meno che arrivi da una parte religiosa, qualsiasi essa sia. L’islam è solo l’ennesima trovata per infondere odio e farci marciare contro un nemico che non c’è, stanno intenzionalmente facendo entrare nel paese in maniera indiscriminata immigrati da quelle regioni, per giustificare il vostro odio, per farci fare la guerra tra poveri.

Chi mai potrebbe credere che un camion possa veramente essere l’ultima arma rimasta ad un gruppo di terroristi per creare panico e distruzione. Vedrai che alla fine viene fuori, come per il volo precipitato sempre in Francia, che il tizio aveva problemi di coppia, o un divorzio difficile, o chissà cos’altro, forse un altro gay frustrato per qualcosa che fa il gesto eclatante per essere visto. Basta che sia di origine araba e il gioco mediatico è fatto.

Vi ricordate il piper (è un aereo) contro il palazzo delle regione Lombardia, nel 2002, poco dopo le torri gemelle (incidente al Pirellone)? Successivamente la cosa è stata fatta passare come un errore del pilota: aveva il sole in faccia a nascondergli in grattacielo. Ma lo avete mai visto il palazzo Pirelli? Ci devi andare sopra apposta, è enorme, e poi dov’è la rotta aerea che passa per piazza Diaz o per Piazza Duca d’Aosta? Giusto quelli che non vivono a Milano si possono bere la balla che uno con un aereo sorvola il centro della città in quel modo.

Di cosa stiamo parlando? Credete che siano favole? La gente da fuori di testa, ed in taluni casi sanno anche come mandarceli per usarli per i loro scopi. O vi siete dimenticati di Lee Harvey Oswald? Guardate che a Kennedy hanno sparato da una quantità di direzioni che se fosse stato un uomo solo doveva essere superman. Infatti Lee Harvey è stato subito fatto fuori, avesse parlato e si fosse scoperto che era stato usato.

Oramai siamo talmente sbrinati di testa che siamo potenzialmente tutti criminali e terroristi, basta un attimo e perdi il controllo. Ma poi perché la Francia? Cosa sta succedendo in Francia? O pensate veramente che sia un bersaglio sensibile?! La gente perde la testa in ogni parte del mondo. Ci sono sommosse ovunque, in America a Dallas la polizia tratta i neri come se fossero gli anni ’50.

Ma veramente voi volete mettere in piedi una guerra razziale? Un conflitto di religioni o di società? Ma voi siete matti, mettete il ghiaccio nelle mutande, raffreddatevi e tornate a ragionare. Poi non ho dubbi che dall’altra parte non ci sia che lo stesso genere di esaltazione, ignoranza ed incoscienza, … è proprio per questo che il trucco funziona! Mi riferisco ai poteri che si nutrono di questi conflitti e che utilizzano gli estremismi per i proprio interessi; che ti ricordo non sono i tuoi!

Possibile che non si riesca per un momento ad immedesimarsi e capire che le persone che vivono in Libia, Siria, Turchia, o in Tunisia siano spaventate esattamente come molti di voi. Se ci fossero degli italiani esaltati e fanatici ad ammazzare altri per i loro ideali alterati in giro per il mondo come vi sentireste? Non avreste forse paura anche voi? O festeggereste come degli esaltati irragionevoli? Non avreste paura di rappresaglie? Mettevi al posto dell’altro e capirete. Vi vogliono convincere che è un popolo intero che ci sta facendo la guerra, ma è falso. Sono esseri umani e persone come noi, che scappano dalla guerra che i nostri governi e potenti della terra hanno prodotto a casa loro. 

La politica del terrore in atto da un pò di tempo, da quando cioè si sono inventati Isis, ha lo scopo di farci diventare la miccia necessaria ad innescare un conflitto in cui le persone comuni, come me o come te, non vinceranno mai, ma sarà solo il potere a guadagnarci. E’ per questo che questa volta ci sono andati di mezzo così tanti bambini, devono scuoterci perché stiamo diventando insensibili. Ed allora aumentano il tono e l’intensità dell’amarezza della “medicina”. Possibile che dopo averlo visto per secoli ancora non lo riuscite a capire? E bada bene non sarà un conflitto armato, almeno per quanto ci riguarda. Useranno i droni senza piloti, le mine, i missili e quant’altro di moderno e tecnologico è pronto nei nostri arsenali, da noi cercano solo il consenso per farlo e per fare certe manovre, compreso quella di limitare con la paura la nostra stessa mobilità. 

Il vero male dell’uomo è l’ignoranza unita alla presunzione invece di sapere già tutto, unitamente al voler stabile ciò che è bene e ciò che è male partendo dai preconcetti e dai concetti della propria stessa ignoranza, applicando i precetti di una dottrina o fede senza un minimo di discernimento. E’ solo così che possono plagiarci e farci credere quello che vogliono, abbiamo spento il senso critico autentico: il pensiero! L’ignoranza è la rinuncia al buon senso, e questo non è di una sola parte, ma di tutta l’umanità nel suo insieme quando fa questa rinuncia.

Solo poche settimane fa avevo scritto quest’articolo sugli attentati in Turchia, ed oggi ci risiamo. Stessa modalità spettacolare atta a colpire i nostri animi. L’Islam moderato non esiste mi è stato detto. Vero, perché l’Islam così come lo concepiamo e ce lo raccontiamo tra di noi non esiste proprio. Noi non ci abbiamo capito nulla dell’Islam, crediamo di capire cosa sia e facciamo dissertazioni solo perché abbiamo qualche amico mussulmano se va bene, e se va peggio perché scambiamo 4 chiacchiere col “kebabaro” sotto casa. Ma come possiamo essere così ignoranti e cafoni.

L’Islam con tutte le sue correnti, come la religione cattolica lo è per dei cristiani gnostici primitivi, sono le ultime vestigia dell’antica tradizione sufi: uomini di coraggio, di buon senso, veri profeti e saggi conoscitori della natura umana; l’unica guerra che vedevano è contro l’infedele interiore, l’ego animale che ti offusca la visione e l’intelletto. L’unica vera guerra santa è quella che accade in noi stessi, per la nascita di qualcos’altro, proprio come Cristo in croce rappresenta; non è il maestro a morire, ma la sua parte di animale intellettuale per risorgere a nuova vita e identità.

Tutte cose che non c’entrano nulla con le strategie e la geopolitica. C’entra con il potere ed il predominio sul mondo, e noi siamo pedine, non siamo fautori. Qui si ammazzano tra di loro da secoli per le ragioni più nobili, ma fondamentalmente perché la guerra è potere.

Per me tutti questi che urlano alla crociata contro l’islam dovrebbero farsi vedere da uno bravo, come si fa a credere ancora a queste cose, un pazzo su un camion che investe un corteo? Le armi nel cassonetto? Ma non lo vedete Hollywood? Te lo fa vedere continuamente come fanno a costruire le prove, gli intrighi o altro. Come mai invece di uccidere chi guidava il camion hanno ucciso chi gli sedeva a fianco? Come mai nemmeno un proiettile verso chi guidava? Ignoranti, siete degli ignoranti! Sono le persone come voi il vero pericolo per l’estinzione dell’umanità, vi accendete per un nonnulla e siete pronte a dare battaglia (a parole, ma qualcuno ha cominciato a farlo anche nei fatti) ad un nemico che non esiste, che è stato creato ed alimentato appositamente per farvi muovere e fare quello già previsto per voi.

Tanto più che siete vigliacchi e ve la prenderete col più debole, mica col vero terrorista. E questa vostra vigliaccheria alimenterà l’altra parte, che farà qualcosa a sua volta, … ed alla via così, fino a quando avrà inizio la catena di eventi, che ad un certo punto sarà incontrollabile e farà il lavoro sporco che nessuno in coscienza farebbe mai. Come fate a non vedere che c’è necessariamente un burattinaio che stuzzica una parte, per farle fare qualcosa, che dovrà suscitare lo sdegno e il desiderio di rappresaglia.

Solo le persone ottuse vedono solo guerra e marciume, perché il marciume è dentro di loro. Non era ancora comparsa la notizia che già i telegiornali titolavano: “Attacco a Nizza”. Vi manipolano. E’ paradossale che ci si faccia infinocchiare in questo modo. Ho idea che sia meglio darsi una svegliata, gente, perché il prossimo terrorista potresti essere tu!

Non uccidere significa non uccidere, significa che si deve trovare altre vie per risolvere le divergenze e questo è riferito a noi e non ad altri. Porgi l’altra guancia è porgere l’altra guancia, è senza condizioni, senza se e senza ma, perché significa che devi fare lo sforzo di vedere le cause di queste reazioni. Tanto più che i poteri che gestiscono il mondo usano il fanatismo per portare avanti le proprie crociate, e quando si fa così non si fa altro che comportarsi come dei fanatici a nostra volta. Vi fate offuscare la menti e non vi accorgete che serve per convincervi a fare cose che in coscienza nessuno farebbe mai.

Credete veramente che i nazisti erano 4 esaltati? Pensate che l’Italia tutta non fosse fascista? Voi cercate i fascisti dove non ci sono. Il fascismo è nell’individuo quando smette di ragionare, è quando hai fame di vendetta, quando hai sete di rivendicazione, quando hai bisogno di rivincita, quando le cose non vanno nel verso che ti aspetti, quando ti senti ingannato, tradito, quando invidi, quando insinui, quando menti, quando calunni, quando ti omologhi. Accade perché hai smesso di ragionare e sei accecato dal tuo bisogno di rivalsa, che non chiami vendetta, ma lo è.

Diventi di fatto un potenziale fanatico a tua volta, è il coinvolgimento emotivo che te lo fa fare. Il fanatico non sa di esserlo, basa i propri ragionamenti sul sentito dire, su discorsi di altri, su cose che prende come verità, ma che non conosce veramente; ed il peggio viene dopo, quando rielaborando questi discorsi nella propria testa iniziano a mescolarsi con le credenze ed i convincimenti pregressi, non c’è mai un vero pensiero critico, c’è solo la critica che devo portare alla polemica, perché è di questo che ci si nutre emozioni: rabbia, odio, risentimento, … ed il “pensiero”, la capacità di ragionamento, se è andato via, non c’è più, … e restano soltanto le risposte esasperate.

Terrore significa aver perso ogni speranza, terrore significa che non vedo altro che la guerra come soluzione, che non vedi altro che la violenza per far valere le mie ragioni. E per quanto ognuno di noi possa avere ragione sta di fatto preparandosi al combattimento e questo significa che molte persone innocenti pagheranno per il nostro bisogno di affermare che esistiamo e pretendiamo che così sia!

L’unica rivoluzione vera è quella che accade dentro, l’unica vera Sharia, l’unica Jihad è quella interiore, la Jihad è un processo anagogico, è uno sforzo teso verso l’elevazione del proprio spirito attraverso l’uso sensato dell’intelligenza, ovvero della capacità di conoscersi, di leggersi dentro.

Poveri uomini che si fanno esplodere convinti che troveranno le vergini nel paradiso, quando vedrete cosa avete fatto è lì che tremerete per il terrore e l’orrore che sperimenterà la vostra coscienza.


Copyright © 2002-2016 Rocco BRUNO, tutti i diritti riservati | 
I libri: usciredamatrix.com, Info varie ed attività: associazionezion.org, 
Calendario degli incontri!
Sostieni il progetto Zion facendo una donazione: qui!