In data 19 luglio 2016 ore 11,30 a.m. è stato fatto il primo passo importante nella direzione e per l’acquisizione della proprietà individuata già l’estate scorsa e dove iniziare a realizzare la struttura polifunzionale, a contatto con la natura e lontano dalle città. Un nuovo e moderno “Ateneo“, un “monastero“, nel suo senso più ampio, adattato ai tempi attuali. Un luogo dove entrare in contatto con la propria individualità, attraverso il raccoglimento e il lavoro su se stessi.

Si tratta di un primo passo, con il fermo intento nel tempo ed in seguito di farne di nuovi. Un primo passo, concreto, che se da una parte avvicina la realizzazione del progetto dall’altra lo allontana, questo perché chiama tutti ad uno sforzo ulteriore nella direzione del perfezionamento di se stessi. Inutile dire che c’è ancora molto da fare e per certi versi iniziamo soltanto adesso a muovere i primi passi, almeno come comunità o tribù.

Senza il lavoro singolare di ogni partecipante agli incontri difficilmente possiamo veramente di camminare e considerarci un gruppo o cerchio come quello descritto in tutti questi anni di istruzione ed educazione che ho svolto. Il modello sociale denominato “Progetto Zion“, nato per dimostrare che un modo diverso di vivere esiste parte proprio dalla trasformazione della proprie pretese. Lasciate da parte le polemiche o recriminazioni, le regole sono definite, voi potete credervi usciti da qualsiasi genere di “matrix” vogliate, ma solo misurandosi con il lavoro che propongo da anni è possibile trovare spazio e posto nell’associazione.

Non c’è sostenibilità se non si diventa noi stessi per primi sostenibili (emotivamente, intellettualmente e fisicamente), ovvero meno sgradevoli di quanto normalmente si è.

Come ho detto svariate volte: “serve un lavoro di scuola e serve applicare un metodo e strumenti“. Chi partecipa agli incontri sta di fatto partecipando ad un lavoro di scuola, sta operando su se stesso un cambiamento o almeno così ci si auspica. Partecipare attivamente al progetto Zion significa partecipare attivamente agli incontri. Solo durante gli incontri si può iniziare a capire questo progetto, perché per capirlo, per poterlo capire devi cambiare testa.

Oltre alla frequentazione dei miei incontri che si tengono tutti gli anni il mercoledì a S. Donato Milanese e quando sono in giro per le città di Italia è possibile, a livello locale, provare a contattare i vari gruppi alla seguente pagina: Contattaci. E’ fondamentale ed importante portare avanti un lavoro personale. Per quest’anno scolastico 2016-17 sono previste alcune novità: attività sia in termini di seminari di un fine settimana, che attività più impegnative compresi anche i viaggi didattici quali “Catarsi nei Catari” o “il passo della Dea” in fase di preparazione.

Parte di questo programma verrà pubblicare sulla pagina del Calendario Incontri e Seminari (clicca qui), sui soliti canali social e derivanti pagine, e per newletters a chi si iscrive ad Associazione Zion News (cliccando qui o dal sito) o anche a Sentieri Esoterici E Pellegrinaggi! Il resto dell’offerta formativa o Portfolio Attività resta consultabile nella sezione Formazione | Incontri e Seminari.

Gli incontri e l’educazione restano pertanto inevitabilmente il pilastro del Progetto Zion e restano le porte d’accesso a questo progetto. In queste ore in molto mi avete contattato chiedendomi appunto di questo, chiedendomi dov’è il posto, come fare per arrivarci e molto altro, evidenziando una singolare interpretazione del progetto. Zion è una conseguenza di un lavoro che ha inizio in se stessi, e come conseguenza mette in contatto tra loro le persone che operano e lavorano all’interno del progetto stesso.

Chi vuole provare a fare un lavoro di scuola, chi vuole studiare e provare ad evolvere da una condizione che sente reale di schiavitù mentale ed emotiva ha solo un modo e cioè partecipare alle attività che propongo di lezioni frontali ed al programma didattico il cui Calendario Attività viene aggiornato di volta in volta, come già esposto, a questo link – Calendario Incontri e Seminari (clicca qui). Unitamente alle lezioni ed incontri, i seminari ed i viaggi didattici vengono organizzati anche eventi pubblici atti a presentare i risultati delle ricerche sia in ambito di autonomia e sostenibilità che in ambito culturale ed antropologico denominato To Zion Contest! Recentemente abbiamo realizzato proprio in quest’ambito il tozioncontest 2.0 -> Il calice e la Spada e di cui presto produrremo il resoconto e il documento visivo.

Inutile ribadirlo, ma a volte serve: al momento servono investimenti e serve un nuovo impegno da parte di chi ci ha sostenuto sino ad ora, da parte di chi non lo aveva ancora fatto e da parte di nuovi soggetti che vedono in questo progetto la soluzione di un incredibile abbrutimento dell’uomo. Attraverso quello raccolto sino qui, e per il quale ringrazio ancora tutti coloro che hanno partecipato e contribuito, ci avete permesso di arrivare a questa passo così importante dell’acquisizione di un terreno ed annesse strutture.

Attualmente il luogo, però, necessita di essere riconverti nell’Ateneo descritto. Servono alcune ristrutturazioni, riadattamenti e serve realizzare varie costruzioni. Non mi sto riferendo ad una semplice tinteggiata o stuccatura, ma al fatto che di fatto serve tutto, non ci sono nemmeno i sanitari, che sono stati rimossi, serve dell’arredamento, servono lavori in muratura, serve fare gli impianti, serve materiale edile, serve progettazione, e molto, molto altro che ancora va inquadrato. Le strutture sono abbastanza al crudo, giusto i tetti sono ben messi, ma per quanto concerne l’idea di Ateneo/monastero è veramente ancora tutto da fare.

Qui c’è il crowdfunding su buonacausa.org su cui fare una eventuale donazione: Progetto Zion – dona adesso!!! Solo attraverso questa forma di dono possiamo imparare a capire cosa significa partecipare ad una causa più grande senza dover trovare a tutti costi un tornaconto personale. Lo scopo della donazione non deve essere sperare di avere un posto all’interno di Zion, che di per se non esiste, se non come stimolo al cambiamento di paradigma e culturale, ma affinché la sua realizzazione sia possibile ed ultimata!

Grazie ancora per averci creduto e per il sostegno dato fin qua, ci si prende in onda,

Rocco BRUNO


Copyright © 2002-2016 Rocco BRUNO, tutti i diritti riservati | 
I libri: usciredamatrix.com, Info varie ed attività: associazionezion.org, 
Calendario degli incontri!
Sostieni il progetto Zion facendo una donazione: qui!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...